POP EAT | NUTRIAMO IL BORGO

COME NASCE | IDEA, TRADIZIONE, PASSIONE

Pop-Eat|Nutriamo il Borgo, ideato e realizzato da Orianna Fregosi di Creative Food Heritage e sostenuto dal Comune di Castelnuovo Magra, è il primo festival che coniuga la cucina tradizionale ligure e della Lunigiana con le arti visive e la convivialità. È un contenitore nel quale l’amore per il proprio territorio e la ricerca artistica si fondono tra loro. La mission del festival è la valorizzazione della cultura gastronomica del territorio a cavallo tra Liguria e Toscana e la promozione di artisti operanti principalmente nel campo delle arti visive.
 
La casa di Pop-Eat è Castelnuovo Magra, un bellissimo borgo ligure adagiato sulla collina, inserito nel territorio tra la provincia di La Spezia e quella di Massa Carrara.

Grazie alla disponibilità dei proprietari delle abitazioni del centro storico, ogni anno vengono ospitati all’interno degli atri dei palazzi storici, giardini e appartamenti sfitti, numerosi artisti che trasformano il borgo in una vera e propria galleria d’arte condivisa. Gli stessi spazi sono anche luogo dove poter gustare ottimo cibo tipico e partecipare a dibattiti legati al food e al mondo della creatività, assistere a momenti di approfondimento come workshop e far vivere ai bambini nuove esperienze educative nei numerosi laboratori a loro dedicati. Durante le due serate vengono inoltre organizzati originali aperitivi, accompagnati da performance e concerti.

 
 

Alla programmazione artistica viene affiancata una proposta gastronomica unica, realizzata attraverso la selezione di piatti del territorio, ricette tipiche della cucina della Lunigiana. Il visitatore può così prendere parte ad un vero e proprio “percorso di gusto” all’interno del quale i piatti tipici diventano il vero cibo da strada, da apprezzare passeggiando per le vie del borgo o comodamente seduti nelle numerose location ideate appositamente per il festival.

La forza del festival sta nell’unire in un unico evento appassionati di prodotti tipici locali, amanti dell’arte e della cultura. Il programma è studiato ogni anno per garantire un “percorso visivo” in continuum con le tematiche del festival, viene realizzato attraverso una selezione di artisti locali e nazionali, operanti principalmente nel campo delle arti visive come la fotografia, la grafica e l’illustrazione, ma con particolare attenzione anche verso l’hand made ed il design. Gli artisti che ogni anno vengono selezionati, dialogano con le tematiche del festival che guardano al legame con il territorio, declinate nella componente delle tipicità culinarie e dalla seconda edizione anche al tema della mostra fotografica presente in contemporanea nella Torre dei Vescovi. Questa operazione permette di dare al visitatore una chiave di lettura privilegiata, progettata sull’unione di lavori ideati e pensati appositamente per il festival e quindi originali.

Pop-Eat|Nutriamo il Borgo, ideato e realizzato da Orianna Fregosi di Creative Food Heritage e sostenuto dal Comune di Castelnuovo Magra, è il primo festival che coniuga la cucina tradizionale ligure e della Lunigiana con le arti visive e la convivialità. È un contenitore nel quale l’amore per il proprio territorio e la ricerca artistica si fondono tra loro. La mission del festival è la valorizzazione della cultura gastronomica del territorio a cavallo tra Liguria e Toscana e la promozione di artisti operanti principalmente nel campo delle arti visive.
 
La casa di Pop-Eat è Castelnuovo Magra, un bellissimo borgo ligure adagiato sulla collina, inserito nel territorio tra la provincia di La Spezia e quella di Massa Carrara.
 
Grazie alla disponibilità dei proprietari delle abitazioni del centro storico, ogni anno vengono ospitati all’interno degli atri dei palazzi storici, giardini e appartamenti sfitti, numerosi artisti che trasformano il borgo in una vera e propria galleria d’arte condivisa. Gli stessi spazi sono anche luogo dove poter gustare ottimo cibo tipico e partecipare a dibattiti legati al food e al mondo della creatività, assistere a momenti di approfondimento come workshop e far vivere ai bambini nuove esperienze educative nei numerosi laboratori a loro dedicati. Durante le due serate vengono inoltre organizzati originali aperitivi, accompagnati da performance e concerti.
 
La forza del festival sta nell’unire in un unico evento appassionati di prodotti tipici locali, amanti dell’arte e della cultura. Il programma è studiato ogni anno per garantire un “percorso visivo” in continuum con le tematiche del festival, viene realizzato attraverso una selezione di artisti locali e nazionali, operanti principalmente nel campo delle arti visive come la fotografia, la grafica e l’illustrazione, ma con particolare attenzione anche verso l’hand made ed il design. Gli artisti che ogni anno vengono selezionati, dialogano con le tematiche del festival che guardano al legame con il territorio, declinate nella componente delle tipicità culinarie e dalla seconda edizione anche al tema della mostra fotografica presente in contemporanea nella Torre dei Vescovi. Questa operazione permette di dare al visitatore una chiave di lettura privilegiata, progettata sull’unione di lavori ideati e pensati appositamente per il festival e quindi originali.
 
Alla programmazione artistica viene affiancata una proposta gastronomica unica, realizzata attraverso la selezione di piatti del territorio, ricette tipiche della cucina della Lunigiana. Il visitatore può così prendere parte ad un vero e proprio “percorso di gusto” all’interno del quale i piatti tipici diventano il vero cibo da strada, da apprezzare passeggiando per le vie del borgo o comodamente seduti nelle numerose location ideate appositamente per il festival.