L’origine della panzanella non è semplice: alcuni pensano che derivi dall’abitudine dei contadini di bagnare il pane secco, per poi condirlo con le verdure disponibili nell’orto. Altri, invece, pensano che sia nata a bordo delle barche da pesca e che i marinai utilizzassero l’acqua di mare per bagnare il pane raffermo e poi lo consumassero insieme a verdure e ortaggi.
Qualunque sia la sua origine, è innegabile la semplicità della sua preparazione: è un piatto a base di pane raffermo, che viene ammollato, strizzato bene e quindi sbriciolato con le mani e condito con pomodori, cipolla, basilico, olio, sale e aceto a piacere. Il Pane bagnato o “pan lavato” si presta eventualmente ad ogni fantasiosa aggiunta tipo olive, tonno, cetrioli, sedano che lo rendono ancora più ricco e saporito.
La panzanella si serve rigorosamente a temperatura ambiente per gustarne tutti gli aromi e la freschezza, è un piatto unico davvero squisito!